BLOG CONSULENZA FINANZIARIA INDIPENDENTE

CONSULENZA FINANZIARIA INDIPENDENTE

BLOG

Blog > 25 maggio 2021

TWENTY LARGEST MARKET CAP


Lezioni dal passato per il futuro

Mi riallaccio a queanto riportato a marzo 2021 in merito al piccolo stralcio della Lettera Annuale 2021 agli Azionisti di Warren Buffett. Venivano elencati quattro fattori indispensabili a ciascun investitore per avere successo:

il passare del tempo
calma interiore
ampia diversificazione
minimizzazione delle transazioni e delle commissioni




Nell'Assemblea andata in onda via streaming il 1 maggio 2021 il "Saggio di Omaha" (Warren Buffet cit.) ha proiettato e commentato alcune slide che bene sintetizzano il primo e il terzo punto. Le prime due slide mostrano le prime 20 società al mondo ordinate per valore di mercato nel 1989 (a sinistra) e al 30 marzo 2021 (a destra).

 

nota:
nella colonna "$ Market Cap" la lettera "B" indica "Billions" cioè miliardi di dollari
la lettera "T" indica "Trillions" cioè migliaia di miliardi di dollari


Quali sono le osservazioni e quali sono le lezioni che si traggono da questi due elenchi?


OSSERVAZIONE
nessuna delle aziende presenti nella lista a sinistra è presente nella lista a destra
LEZIONE
I settori trainanti cambiano nel tempo. Emersione di nuovi settori (tech); quali saranno i settori del futuro? SOLUZIONE: COMPRA L'INDICE!



OSSERVAZIONE
le aziende giapponesi non sono più presenti: a fine 1989 il mercato azionario giapponese raggiunse l'apice di una bolla dalla quale non si è più ripreso; ad oggi l'indice Nikkei è ancora sotto di un 25% dai massimi di 32 anni fa
LEZIONE
attenzione alle bolle e alle eccessive valutazioni



OSSERVAZIONE
la predominanza attuale di aziende statunitensi e l'emersione della Cina come potenza economica
LEZIONE
Investi negli Stati Uniti e in Cina



OSSERVAZIONE
il salto dimensionale di valore delle aziende: il valore della prima azienda è moltiplicato di 20X, il valore della ventesima di 12X
LEZIONE
i mercati azionari creano grande valore: rimani investito nel lungo periodo!



 
 
 

Una lezione importante la troviamo in altre due slide.
Il tema è quello dei settori "emergenti": attività innovative che portano immensi benefici alla collettività, ma lo stesso non si può dire per gli investitori.

Buffett usa come esempio il settore dell'automobile (Buffett in altri interventi usa come esempio anche il settore delle linee aeree, un disastro per gli investitori - salvo pochi casi; come ulteriore esempio noi tutti ricordiamo a inizio anni 2000 la débâcle delle "internet companies", la bolla delle dot-com).

A inizio '900 sarebbe sembrata cosa ovvia investire nella nascente industria automobilistica, la quale ha effettivamente rivoluzionato le economie e gli stili di vita nel mondo. Ebbene, quasi tutte le aziende del settore sono fallite nell'arco di pochi anni. Nella slide di destra si vedono le aziende statunitensi fallite che iniziano con "Ma". Delle tre aziende automobilistiche giunte agli anni 2000, due sono state salvate dallo Stato durante la crisi del 2009 (General Motors e Chrysler) e solo una (Ford) è rimasta in piedi da sola.

L'investitore deve fare grande attenzione:
alcune attività nascenti o già in forte crescita in questo periodo possono portare sicuramente benefici agli utenti ma non è detto che porteranno benefici agli investitori.

I motivi sono essenzialmente due:

la concorrenza farà selezione e quindi pochi sopravviveranno (questo problema si può superare con l'acquisto di un indice)
se il settore è "trendy" è assai probabile che il valore delle aziende sia già elevato perché già incorpora la crescita futura ed un elevato grado di ottimismo; se la crescita realizzata non sarà quella prevista (per vari motivi) allora rischiano di essere dolori per l'investitore.



fonte: Il Sole 24Ore - 26 maggio 2021

Per concludere
se si osserva la tabella pubblicata dal quotidiano finanziario Il Sole 24Ore il 26 maggio 2021 vengono confermati i contenuti delle slide precedenti:

le aziende statunitensi e cinesi sono di gran lunga quelle a crescita più elevata (viene confermata anche l'assenza delle aziende europee).

  DOWNLOAD ARTICOLO »



RACCOMANDAZIONI GENERALI
Le presenti informazioni sono state redatte con la massima perizia possibile in ragione dello stato dell'arte delle conoscenze e delle tecnologie. Il presente documento non è da considerarsi esaustivo ma ha solo scopi informativi. La pubblicazione del presente documento non costituisce attività di sollecitazione del pubblico risparmio. Le informazioni ed ogni altro parere resi nel presente documento sono riferiti alla data di redazione del medesimo e possono essere soggetti a modifiche. Davide Vivian non deve essere ritenuto responsabile per eventuali danni, derivanti anche da imprecisioni e/o errori, che possano derivare all'utente e/o a terzi dall'uso dei dati contenuti nel presente documento. Davide Vivian non assume responsabilità in merito al trattamento fiscale degli strumenti illustrati. I pareri espressi da Davide Vivian prescindono da qualsiasi valutazione del profilo di rischio e/o di adeguatezza e sono da intendersi come "Ricerche in Materia di Investimenti" ai sensi dell'art. 27 del Regolamento congiunto Consob e Banca Italia del 29 ottobre 2007 redatte a titolo esclusivamente informativo e non costituiscono in alcun modo prestazione di un servizio di consulenza in materia di investimenti, il quale richiede obbligatoriamente un'analisi delle esigenze finanziarie e del profilo di rischio specifici del singolo utente/cliente, né costituiscono un servizio di sollecitazione in genere all'investimento in strumenti finanziari. Nel caso in cui l'utente intenda effettuare qualsiasi operazione è opportuno che non basi le sue scelte esclusivamente sulle informazioni indicate nel presente documento, ma dovrà considerare la rilevanza delle informazioni ai fini delle proprie decisioni, alla luce dei propri obiettivi di investimento, della propria esperienza, delle proprie risorse finanziarie e operative e di qualsiasi altra circostanza.





« TUTTI GLI ARTICOLI


 

Sei sicuro di aver investito bene?

Ti piacerebbe una valutazione indipendente dei tuoi investimenti?


Consulenza Finanziaria Indipendente priva di qualsiasi conflitto di interesse senza alcun legame con intermediari.
 

 via Rialto 5 36063 Marostica VI Italy
 +39 0424 72 830
 info@imad2.it
 
P.IVA 04181120249   |   Privacy
 
ISCRIZIONE ALBO
CONSULENTI FINANZIARI
Iscrizione all'Albo Unico dei Consulenti Finanziari (Organismo OCF)
con delibera n. 1007 del 30/01/19
e n. 1054 del 28/03/19
- Informativa ACF
- Informativa Precontrattuale


Utilizziamo software professionale Bloomberg

Siamo associati Nafop